22
Sab, Set

E' la notte dei Brewers: arrivano Yelich e Cain

2017
Typography

Uno notte da assoluti protagonisti del mercato, proprio quando la stove sembrava essersi congelata a causa del freddo invernale: i Brewers hanno piazzato due colpi a dir poco notevoli nella notte per rinforzare il proprio parco esterni, acquistando Christian Yelich da Miami e Lorenzo Cain dalla free agent pool. Milwaukee, reduce da una sorprendente stagione chiusa al secondo posto della NL Central, ha deciso di dare una vistosa accelerata al processo di rifondazione della squadra, cercando di dare subito un roster competitivo a Craig Counsell.

Nella trade con i Marlins, la Brew Crew ha dovuto sacrificare ben quattro prospetti, tra cui il talentuosissimo CF Lewis Brinson, 23anni, che ha già debuttato nelle Majors con la casacca dei Birrai ed considerato tra i 15 migliori prospetti della MLB. Oltre a Brinson, a Miami arriveranno anche Jason Yamamoto, 21enne pitcher Hawaiano, l’infielder portoricano Isan Diaz, anche lui 21enne, ed infine il 22enne outfielder Monte Harrison. E’ però Christian Yelich il pezzo da novanta dello scambio e, guardando i numeri del fenomeno californiano, si capisce perché Milwaukee abbia dovuto sacrificare così tanti top prospects per poterlo aggiungere al proprio roster: una slash line di .290/.369/.432 in cinque stagioni nelle Majors, 39 fuoricampo battuti tra ’16 e ‘17 ed una bacheca impreziosita da un Silver Slugger Award ed un Gold Glove. Yelich è un giocatore completo, forte in attacco quanto in difesa; con appena 26 primavere alle spalle, il ragazzo di Thousand Oaks potrebbe diventare il volto della franchigia nell’era post Ryan Braun.

Se però Yelich non dovesse bastare, i Brewers hanno deciso di rinforzare ulteriormente il proprio outfield con l’esplosività ed il talento di Lorenzo Cain, che nelle prossime ore firmerà un maxi contratto da 80M$ della durata di 5 anni. Il 31enne, vincitore del titolo 2015, sarà quindi il nuovo esterno centro di Milwaukee, subentrando al posto del deludente Keon Broxton. Si tratta di un ritorno alle origini per Cain, che iniziò il suo percorso nel baseball professionistico proprio con i Brewers, dai quali fu scelto nel Draft 2004; la sua prima avventura in Wisconsin durò appena 43 partite, poiché nel 2010 fu uno dei giocatori ceduti ai Royals all’interno della trade che coinvolse Zack Greinke. Dopo sette anni in Missouri, Cain torna a Milwaukee con un curriculum da star affermata: una media di 12 HR, 69 RBI, 27 SB a stagione, una slash line di .290/.342/.421, una partecipazione all’All-Star Game e, soprattutto, il leggendario anello conquistato con KC tre anni fa.

I Brewers dovranno ora decidere quale strategia adottare con gli esterni già presenti nel roster (Braun, Santana e Broxton); Milwaukee potrebbe cedere uno di questi tre outfielders per ottenere un partente, ma per rinforzare la propria rotazione potrebbe tornare nuovamente a pescare nella free agent pool. La Brew Crew era tra le squadre più interessate a Yu Darvish, ma il giapponese non è l’unico starting pitcher ancora senza contratto: Jake Arrieta, Alex Cobb, Lance Lynn e John Lackey sono soltanto alcuni dei lanciatori che potrebbero rendere Milwaukee una delle squadre più interessanti del 2018.

(foto di copertina da royalsreview.com e lonestarball.com)