13
Mer, Dic

Chris Sale vs Justin Verlander, quando il duello è da rilievi

2017
Typography

Per chi non lo avesse ancora intuito, October Baseball ridefinisce tutto, anche i ruoli più tradizionali.

Nella partita che è valsa la qualificazione alla ALCS per gli Houston Astros si è visto qualcosa di insolito, ovvero i due assi Chris Sale dei Red Sox e Justin Verlander degli Astros utilizzati come rilievi. Le due stelle, che sono anche stati i partenti della prima partita della serie, sono stati inseriti per sopperire alle difficoltà mostrate da Rick Porcello e Charlie Morton. Lo skipper dei BoSox John Farrell aveva già preannunciato in conferenza stampa il possibile utilizzo del “Condor” a partita in corso e sul risultato di 2-1 in favore degli ospiti, ha deciso di inserire Sale tra il boato di Fenway Park.

Al contrario della prestazione realizzata a Minute Maid Park, Chris Sale ha messo in mostra il suo miglior repertorio sin dal suo ingresso nella quarta ripresa. Il solito arsenale del pitcher composto da slider e fastball gli ha permesso di ritirare i primi sei battitori affrontati e di condurre fino all'ottavo inning. Come prima uscita dal bullpen dal 2012 non è per niente male.

Nel frattempo Justin Verlander si era spostato nel bullpen degli ospiti a metà partita, e dopo poco avrebbe fatto il suo ingresso in campo per lo stupore di Fenway Park. Charlie Morton abbandonava invece il monte di lancio con un uomo in base ed un out. E’ mossa molto azzardata quella del manager di Houston. Infatti Justin Verlander in 466 uscite della sua carriera (considerando NCAA, Minor League e Major League), non aveva mai fatto registrare una presenza da rilievo. La mossa del manager poteva essere interpretata da molti come un “attacco di panico”, ma Hinch aveva già preparato una mossa nel caso in cui ci fosse stata un'interruzione per pioggia. J-Ver era pronto e lo skipper di Houston si è preso il rischio.

Non funziona inizialmente la mossa, visto che il punteggio cambia dopo pochi minuti, quando Benintendi batte il fuoricampo che ribalta il match. Per Verlander ha giocato lo scherzetto anche il monte di lancio scivoloso a causa della pioggia. Chiuderà la sua partita con 40 lanci al settimo inning e lo fa da protagonista, senza subire punti.

La partita è congelata fino all'ottava ripresa, poi Alex Bregman mette a segno il secondo home run in 2 partite contro il lanciatore dei Red Sox. Chris Sale verrà sostituito, salutato dalla standing ovation del pubblico, da Craig Kimbrel dopo aver subito una valida da Gattis, il closer dei BoSox finirà per concedere un singolo a Josh Reddick che porterà il risultato sul 4-3 in favore degli Astros, punteggio che di fatto metterà la parola fine sulla stagione dei Red Sox.

Cosi come nella prima partita della serie, Justin Verlander termina la partita risultando come lanciatore vincente, Chris Sale invece termina la sua prima avventura in Postseason amaramente.

 

Fonte foto copertina: pressdemocrat.com