20
Dom, Ago

Baseball Clipper - E' disponibile il numero di Marzo 2016

2016
Typography

Clipper marzoOrmai il conto alla rovescia è entrato nella fase calda; marzo è arrivato e questo vuol dire che tra poco più di un mese l'edizione 2016 del campionato di baseball professionistico americano prenderà ufficialmente il via con la sfida del PNC Park di Pittsburgh tra i padroni di casa dei Pirates e gli ospiti, la squadra più vincente della National League e quindi i Saint Louis Cardinals. Oltre che all'attesa di “quello che verrà”, Marzo è tradizionalmente dedicato allo “Spring Training”, la sessione primaverile di preparazione che le 30 franchigie di Major affrontano con l'intento di “rodare” i rispettivi motori e dare un ultimo sguardo ai giocatori delle rispettive organizzazioni al fine di comporre l'organico della squadra che dovrà affrontare la stagione.

E proprio allo Spring Training è dedicato uno speciale dell'edizione di Marzo della rivista “Baseball Clipper”, ormai prossima ad entrare nel suo secondo anno di vita. Sfogliando il giornale (disponibile come al solito nelle versioni adatte alla letture ed alla stampa) troverete un gustosissimo riassunto che spiega dove svolgono la preparazione tutte le squadre, con un occhio agli stadi che ospitano le sedute di allenamento e le partite, per così dire, “amichevoli” che le squadre giocano tra di loro, ed un rivolto al passato, con una raccolta di aneddoti divertenti e godibilissimi.

Ma questo numero di marzo del “Clipper” vi sorprenderà piacevolmente per altri motivi. Oltre alla consueta panoramica su quanto di più rilevante è accaduto nel mese di febbraio (in questo caso i risultati del girone di qualificazione alla prossima edizione del World Baseball Classic ed il resoconto della “Serie del Caribe”, il torneo elitario che conclude la stagione professionistica invernale dei paesi centroamericani), oltre il consueto appuntamento con le sezioni storiche (si ragiona su colui al quale andrebbe assegnato il metaforico ruolo di “inventore del baseball”) e regolamentari (con una panoramica sul delicatissimo ruolo di una figura spesso ingiustamente sottovalutata, lo “Scorer”), avrete modo di conoscere nel dettaglio due iniziative che si sviluppano a migliaia di chilometri l'una dall'altra ma che traggono origine da un denominatore comune: l'amore per il baseball.

Nel primo racconto vi raccontiamo cosa lega Sesto Fiorentino con lo sviluppo del baseball nel paese “più alto del mondo”, quindi il Nepal. Nel secondo vi accompagniamo fino ad Anzio ed a Nettuno, e vi facciamo conoscere in quali circostanze il “batti e corri” è tornato ad essere praticato dai bambini della nuova squadra dei Dolphins di Anzio dopo anni di assenza, e grazie a “chi” ci è tornato. Quest'ultimo reportage senza l'inizio di una nuova rubrica che la redazione del Clipper ha immaginato: ogni mese racconteremo le realtà del baseball giovanile italiano, quello giocato dai bambini più piccoli, quelli che imparano a giocare, a crescere ed a divertirsi tra le basi del diamante.

Per finire, il Clipper vi regala anche un'intervista esclusiva con il più forte lanciatore del baseball tricolore, Alessandro Maestri. AleMae, reduce dalla recentissima firma con una squadra della Lega indipendente giapponese, si confessa a 360° e ci parla delle aspettative riguardo questa nuova esperienza e.. di altro ancora.

Eccovi i link dove scaricare la vostra copia:
- Baseball Clipper marzo 2016, media qualità --> LINK
- Baseball Clipper marzo 2016, alta qualità (644,3 Mb) --> LINK

Buona lettura, e buon baseball a tutti.  

Clipper marzoOrmai il conto alla rovescia è entrato nella fase calda; marzo è arrivato e questo vuol dire che tra poco più di un mese l'edizione 2016 del campionato di baseball professionistico americano prenderà ufficialmente il via con la sfida del PNC Park di Pittsburgh tra i padroni di casa dei Pirates e gli ospiti, la squadra più vincente della National League e quindi i Saint Louis Cardinals. Oltre che all'attesa di “quello che verrà”, Marzo è tradizionalmente dedicato allo “Spring Training”, la sessione primaverile di preparazione che le 30 franchigie di Major affrontano con l'intento di “rodare” i rispettivi motori e dare un ultimo sguardo ai giocatori delle rispettive organizzazioni al fine di comporre l'organico della squadra che dovrà affrontare la stagione.

E proprio allo Spring Training è dedicato uno speciale dell'edizione di Marzo della rivista “Baseball Clipper”, ormai prossima ad entrare nel suo secondo anno di vita. Sfogliando il giornale (disponibile come al solito nelle versioni adatte alla letture ed alla stampa) troverete un gustosissimo riassunto che spiega dove svolgono la preparazione tutte le squadre, con un occhio agli stadi che ospitano le sedute di allenamento e le partite, per così dire, “amichevoli” che le squadre giocano tra di loro, ed un rivolto al passato, con una raccolta di aneddoti divertenti e godibilissimi.

Ma questo numero di marzo del “Clipper” vi sorprenderà piacevolmente per altri motivi. Oltre alla consueta panoramica su quanto di più rilevante è accaduto nel mese di febbraio (in questo caso i risultati del girone di qualificazione alla prossima edizione del World Baseball Classic ed il resoconto della “Serie del Caribe”, il torneo elitario che conclude la stagione professionistica invernale dei paesi centroamericani), oltre il consueto appuntamento con le sezioni storiche (si ragiona su colui al quale andrebbe assegnato il metaforico ruolo di “inventore del baseball”) e regolamentari (con una panoramica sul delicatissimo ruolo di una figura spesso ingiustamente sottovalutata, lo “Scorer”), avrete modo di conoscere nel dettaglio due iniziative che si sviluppano a migliaia di chilometri l'una dall'altra ma che traggono origine da un denominatore comune: l'amore per il baseball.

Nel primo racconto vi raccontiamo cosa lega Sesto Fiorentino con lo sviluppo del baseball nel paese “più alto del mondo”, quindi il Nepal. Nel secondo vi accompagniamo fino ad Anzio ed a Nettuno, e vi facciamo conoscere in quali circostanze il “batti e corri” è tornato ad essere praticato dai bambini della nuova squadra dei Dolphins di Anzio dopo anni di assenza, e grazie a “chi” ci è tornato. Quest'ultimo reportage senza l'inizio di una nuova rubrica che la redazione del Clipper ha immaginato: ogni mese racconteremo le realtà del baseball giovanile italiano, quello giocato dai bambini più piccoli, quelli che imparano a giocare, a crescere ed a divertirsi tra le basi del diamante.

Per finire, il Clipper vi regala anche un'intervista esclusiva con il più forte lanciatore del baseball tricolore, Alessandro Maestri. AleMae, reduce dalla recentissima firma con una squadra della Lega indipendente giapponese, si confessa a 360° e ci parla delle aspettative riguardo questa nuova esperienza e.. di altro ancora.

Eccovi i link dove scaricare la vostra copia:
- Baseball Clipper marzo 2016, media qualità --> LINK
- Baseball Clipper marzo 2016, alta qualità (644,3 Mb) --> LINK

Buona lettura, e buon baseball a tutti.