17
Lun, Dic

L’italiano Pat Venditte approda in MLB col suo ambidestrismo!

2015
Typography

Il singolare lanciatore Pat Venditte è stato promosso in MLB dagli Athletics nella giornata di venerdì. A farne le spese è Dan Otero, che sarà rimpiazzato dal rilievo 29enne nel bullpen degli Athletics, ultimi in classifica della American League West.

Dopo sette anni di limbo nei Minors tra le organizzazioni degli New York Yankees e degli Oakland Athletics, nella quale è giunto all’inizio di questa stagione, il ragazzo nativo di Omaha (Nebraska) ha realizzato il suo sogno che sembrava sempre più irrealizzabile a causa di alcuni infortuni e di una velocità della sua fastball sotto la media (90 miglia all’ora mediamente).

Gran parte del merito per la sua promozione è attribuibile alle ottime prestazioni a Nashville (triplo A) quest’anno, in cui Venditte è salito sul monte diciassette volte, registrando un ERA di 1.36 e 33 strikeouts. I mancini battono 4 su 42 ed i battitori destrorsi hanno messo a segno 15 valide su 72 turni di battuta.

Per poter esercitare il suo caratteristico ambidestrismo, Venditte utilizza un guanto a sei dita, in cui c’è spazio per entrambi i pollici delle mani. Inoltre, una nuova regola emanata nel 2008 prevede che il lanciatore ambidestro deve indicare quale mano utilizzerà per affrontare il battitore. Durante il turno di battuta, il pitcher non potrà cambiare la mano. Per compiere un “riadattamento” da un braccio all’altro, il lanciatore non può fare lanci di riscaldamento. Queste ed altre indicazioni sono nella regola 8.01 ed è stata soprannominata Pat Venditte Rule proprio perchè è stata formulata per lanciatori come Pat. Guardate alcuni spezzoni di Spring Training quest'anno. Sembra che Pat li confonda tutti con quel guanto.

Venditte sarà il primo lanciatore ambidestro dal 1995, quando Greg Harris lanciò con entrambe le braccia il 28 settembre 1995. Nella modern era, Harris è stato l’unico a sfruttare il suo ambidestrismo, mentre l’altro precedente è datato 1882 ed il lanciatore fu Tony Mullane. Va detto, comunque, che ci sono tanti altri casi meno acclamati di ambidestrismo come il mancino Billy Wagner, che lanciava col braccio destro prima di romperselo. Anche Babe Ruth ha a che vedere con questo discorso perchè lui batteva e lanciava con la sinistra, ma scriveva e mangiava con la destra. Di storie di questo tipo ce ne sono migliaia ed è meglio non elencarle.

Ad ogni modo, oltre alla sua particolare peculiarità, Venditte è da tenere d’occhio, perchè è effettivamente un cittadino italiano dal 2012. Infatti, per entrare a far parte della rosa italiana nella World Baseball Classic del 2013, il prodotto di Creighton University ha seguito le procedure per diventare italiano. Le sue origini italiche risalgono a tre generazioni fa, poichè il nonno è emigrato dall’Italia agli States. Nella sua vita, l’oriundo ha visitato una sola volta l’italiano e sa dire qualche parola in lingua italiana.

Dunque, Pat Venditte (non chiamatelo Antonello, per favore) sta per scrivere una pagina storica del baseball mondiale. Ormai il suo personaggio non è solo soggetto ai quiz. Adesso le sue capacità saranno sotto i riflettori e per chi ama l’originalità del baseball, Pat Venditte è un personaggio da non perdere sul monte e fuori.

GLI SVILUPPI

Arrivato addirittura a partita già iniziata al Fenway Park, Venditte ha avuto appena il tempo di salutare i nuovi compagni per andare poi a posizionarsi nel bullpen. Forse nemmeno si aspettava di sentirsi chiamare per iniziare il riscaldamento poco tempo dopo, all'inizio del settimo inning.

Al termine del settimo attacco di Oakland l'azzurro ha fatto il suo ingresso in campo ed era tanta la curiosità sugli spalti e nelle cabine di commento per vedere come sarebbe andato a finire l'esordio dello 'switch pitcher', Venditte, nonostante l'emozione del debutto ed il palcoscenico imponente, non ha tremato. Si è posizionato in pedana da mancino per affrontare il mancino Brock Holt, eliminato facilmente in prima, per poi girare il proprio personalissimo guanto a 6 dita e 'diventare' un lanciatore destro. Hanley Ramirez è sembrato quasi sorpreso di vedere quello che fino a pochi istanti fa era un mancino lanciare con la mano destra, ma è riuscito comunque a colpire un singolo a sinistra. Singolo inutile perchè Venditte, ancora da destro, ha fatto battere Mike Napoli nel doppio gioco che ha chiuso l'inning.

Il numero 29 di Oakland ha ottenuto da Melvin anche la possibilità di lavorare nella parte bassa dell'ottavo. E chissà se nella mente del manager degli A's era presente la volontà di vedere Pat affrontare il terzo battitore dell'inning, l'ambidestro Blake Swihart. Dopo le facili eliminazioni di Xander Bogaerts e Mookie Betts, è arrivato il momento dello scontro tra switch pitcher e switch hitter. Ed è arrivato anche il momento in cui, per la prima volta dalla sua nascita nel 2008, è entrata finalmente in gioco la 'Pat Venditte Rule', che impone al lanciatore ambidestro di dichiarare con quale mano lancerà al battitore (e quindi al battitore di scegliere di conseguenza la parte più favorevole). Il lanciatore azzurro, dopo qualche momento di titubanza, ha deciso di continuare a lanciare con la mano destra. Scelta azzeccata, visto che Swihart è stato poi eliminato al piatto. In sala stampa, l'entusiasmo di Melvin e dei compagni di squadra per l'esordio di Venditte era palpabile, e anche dalla panchina dei Red Sox sono arrivati complimenti ed apprezzamenti per il lanciatore ambidestro di Oakland.

Il switch-pitcher, quattro giorni dopo l'esordio, ha sofferto uno strappo alla spalla destra ed è stato messo in disabled list. All'inizio di luglio è prevista la prima apparizione di riabilitazione.

Fonte foto: www.delawareonline.com