13
Mer, Dic

Provaci ancora, Alex! Liddi riparte dai Royals

2015
Typography

liddiRiparte dal Missouri, o più probabilmente dal Nebraska, l'avventura di Alex Liddi in caccia di una nuova occasione nella Major League. I Kansas City Royals, campioni in carica dell'American League, hanno infatti ufficializzato la firma del 26enne sanremese con un minor league contract. Il nome di Liddi è già stato inserito nel roster degli Omaha Storm Chasers, formazione di triplo-A vincitrice degli ultimi 2 titoli nazionali della categoria e prossima ad ospitare l'All-Star Game del livello più alto delle Minors.
A dire il vero, il fatto che Liddi potesse finire nelle maglie dell'organizzazione dei Royals era poco più di un segreto di pulcinella. Lo scorso primo gennaio, infatti, sulla pagina Facebook del Fans Club di Alex Liddi era apparsa la foto che vedete in basso. La didascalia: 'la firma...'. Con il logo dei Royals ben riconoscibile in alto sul contratto, ovviamente i commenti degli appassionati non si sono fatti attendere. E tra un 'benvenuto in Missouri' e l'altro, l'attesa per l'annuncio era immediatamente palpabile.
Ma ecco che a gettare acqua sul fuoco dell'entusiasmo è arrivato proprio il 'fans club' di Alex, che con un commento ha gelato gli animi e fatto nascere dei dubbi. 'Niente di tutto questo' diceva il commento. Niente di tutto cosa? Niente Royals? Forse è una squadra non americana che ha un logo simile? Forse niente di tutto questo nel senso che non se ne fa niente? Che è saltato tutto?
L'alone di mistero si è protratto per 9 giorni, fino all'annuncio di questo pomeriggio. Dopo aver vissuto nel 2014 la più brutta stagione della sua esperienza oltreoceano (102 partite tra AA e AAA, diviso tra le affiliate di Dodgers e White Sox, in cui ha raccolto un 'misero' .207 in battuta), Alex potrà cercare il riscatto in una delle formazioni più forti delle Minor Leagues.firma


Il suo acquisto è funzionale e 'bivalente' per i Royals. Se Liddi non dovesse esplodere ad Omaha, sarà comunque un elemento utile per non 'forzare' troppo il cammino del prospetto Hunter Dozier (4° nel ranking dei prospetti dell'organizzazione), che lo scorso anno ha mostrato difficoltà all'esordio in doppio-A dopo un ottimo inizio di stagione nel singolo A avanzato. Se invece in Missouri dovessero riproporsi i problemi vissuti lo scorso anno in regular season da Mike Moustakas (a metà giugno il terza base dei Royals batteva con med

 

ia intorno al .150, prima di chiudere a .212), Liddi potrebbe trasformarsi in un utile 'backup'. Insomma, per Alex il 2015 potrebbe essere davvero l'anno della verità, un anno da vivere a tutto tondo e con in testa un primo importante obiettivo: le 1000 valide in Minor League, un traguardo distante appena 21 passi.

Foto in alto: Liddi durante il WBC 2013 (yahoo.com)